L'Eucarestia. Il massimo dono di Dio per noi.

Risultati della ricerca

Cappella di San Pantaleone

     FOTO LIQUEFAZIONE 2001

  •     FOTO LIQUEFAZIONE 2001
  •    FOTO LIQUEFAZIONE 2001
  •   FOTO LIQUEFAZIONE 2001

button_details 

Celebrazioni della Settimana Santa

CELEBRAZIONI DELLA SETTIMANA SANTA

Nella Settimana Santa la Chiesa celebra i misteri della salvezza: l’opera della redenzione umana e della perfetta glorificazione di Dio compiuta da Cristo, specialmente negli ultimi giorni della sua vita, per mezzo del mistero pasquale. Egli morendo ha distrutto la morte e risorgendo ha ridato a noi la vita. La Settimana Santa inizia con la domenica delle Palme “della Passione del Signore”,comprende le ferie dal lunedì al giovedì e culmina con il Triduo Pasquale. 
 

Scarica il Programma della Settimana Santa 2014

 

13 APRILE - Domenica delle Palme 

Ore 8.00-19.00: Sante Messe 
Ore 10.15: Benedizione delle Palme a Santa Maria a Gradillo e processione verso il Duomo per la celebrazione della Santa Messa.
 
14 APRILE - Lunedì Santo 
Ore 19.00: Liturgia Penitenziale. 
 
15 APRILE - Martedì Santo 
Ore 18.30: Via Crucis Liturgica per le vie del paese con partenza dalla chiesa di Santa Chiara.  (Per continuare "Vedi i dettagli").

button_details 

Il dipinto del Santo

Il dipinto del Santo

Sull'altare della Cappella della navata sinistra del Duomo di Ravello è posto il dipinto su olio a tela raffigurante il martirio di San Pantaleone con Ermolao, opera di G. Imperiale del 1638. Si tratta di un assai pregevole esempio della maniera classicistica, con cui il naturalismo seicentesco si apre all'Illuminismo. Il dipinto si ammira per un misurato cromatismo tonale, per un equilibrato dimensionamento spaziale, per una non comune capacità compositiva ed impaginativa.

button_details 

Il Duomo

Edificato nel corso del secolo XI ad opera del primo vescovo della città, Orso Papicio, patrizio ravellese e monaco del monastero benedettino di S. Trifone e con finanziamenti del nobile Nicolò Rufolo, presenta una struttura di tipo basilicale, divisa in tre navate, ciascuna sorretta da otto colonne di granito ed un transetto nel quale si aprono tre absidi. Dal 1941 è iscritto nell'Albo dei Monumenti Nazionali. La facciata ha un carattere misto di elementi romanici e di elementi più tardivi.In origine due scale laterali portavano ad un portico che venne lesionato da un terremoto del 1786 e quindi demolito.Era costituito da archi sorretti da colonne, quattro delle quali sono ancora visibili alle estremità del sagrato sopraelevato.


L'interno del Duomo in origine era di stile romanico; nel settecento, date anche le sue rovinose condizioni, fu trasformato in barocco; in quest'ultimo ventennio è stato ripristinato, nelle navate, il primitivo stile romanico; sono state demolite le coperture a botte di esse, sono state messe in evidenza tutte le colonne , incorporate alcune in pilastri; aperte le monofore; il transetto è rimasto barocco; i due stili, anche se in contrasto, documentano le varie fasi di trasformazione. Nonostante che non presenti più l'antico splendore dell'originaria struttura e abbia perduto importanti opere artistiche, come il ciborio, o altare basilicale, al centro del transetto, pur tuttavia conserva all'ammirazione dei turisti di tutte le nazioni, eccezionali ed importanti monumenti di fede e di arte.


 

button_details 

Juan Paradell Solé, l'organista del Papa in concerto nel Duomo di Ravello

 

Il Maestro Juan Paradell Solé, organista titolare della Cappella Musicale Pontificia "Sistina" e primo organista emerito della Basilica Papale di Santa Maria Maggiore in Roma terrà un concerto nel Duomo di Ravello in preparazione alla solennità di San Pantaleone, patrono della Città.

Il maestro spagnolo, che suona regolarmente nelle celebrazioni liturgiche del Pontefice nella Basilica Papale di San Pietro in Vaticano, domenica 20 luglio, dal monumentale organo dell'ex Basilica Cattedrale, regalerà un concerto straordinario alla Città della musica (inizio alle 21,45).

Ad assistere Solè, come vuole la prassi, sarà Adamo Amalfitano, giovane talentuoso organista del Duomo di Ravello, un privilegiato, pronto a vivere un'esperienza che di sicuro lo favorirà per il prosieguo dei suoi studi.

L'evento, di grande prestigio e di sicuro richiamo per i cultori della musica classica, è organizzato in collaborazione col Museo dell'Opera del Duomo e grazie al contributo di una famiglia ravellese legata al maestro Solè da sentimenti di amicizia.

button_details 

SAN PANTALEONE- PATRONO DI RAVELLO

A sinistra dell'altare maggiore è la Cappella di San Pantaleone, medico e martire, Patrono di Ravello, che rappresenta il cuore della devozione e della tradizione ravellesi. Voluta sin dal 1617 dal vescovo Michele Bosio per una più sicura e degna collocazione della Reliquia del sangue del martire, fu realizzata soltanto nel 1643 durante il governo del vescovo Bernardino Panicola, che ne fece la traslazione con una solenne ultima processione per la città. L'ingresso alla Cappella è dato da un grande arco con cancellata in ferro e da una balaustra di marmo. Nella grande volta sono degli affreschi di buon pennello, raffiguranti alcuni miracoli ed il martirio del Santo di Nicomedia, avvenuto nel 305 d. C. durante la persecuzione di Diocleziano e Gaio Galerio Valerio Massimiano. Sulla parte di fondo s'innalza il magnifico dorsale con bei marmi; al centro il quadro in tela di Geronimo Imperiale di Genova (1638), rappresentante il martire con a sinistra il Sacerdote Sant' Ermolao, che lo convertì e lo battezzò; ai laterali altri due piccoli quadri: S. Barbara, compatrona e S. Tommaso Apostolo.

button_details 

Santuario SS.Cosima e Damiano

La nuova Chiesa, sorta più grande nel luogo dove il primitivo piccolo santuario esisteva, è stata fortissimamente voluta dalla gente del posto e da un combattivo parroco, don Pantaleone Amato, che regge le sorti della parrocchia dal 1947.
Quindici anni di lavoro audace furono necessari per raggiungere nel 19751 a conclusione dell'opera: una targa di marmo, inserita nel travertino della facciata, ricorda l'avvenimento.

button_details 

Indietro

Campania>artecard

Museo Duomo


Trip Advisor: Duomo di Ravello

 Duomo di Ravello

 

 


Don Angelo Mansi
Piazza Duomo
Ravello (SA)
cell: 3667013670
tel / fax: 089 858311
mail: donangelo@alice.it

Segreteria
segreteria@chiesaravello.com