L'Eucarestia. Il massimo dono di Dio per noi.

Chiesa di Santa Maria della Rotonda

Chiesa di Santa Maria della Rotonda

La storia della chiesa di Santa Maria della Rotonda
Nel 1249 è documentata l'esistenza sul monte Rotondo della Chiesa, in atto di vendita di terreni della famiglia Grisone. Essa aveva altra struttura, forse bizantina. Risulta già in cattive condizioni nelle cronache del 1607 .
Nel xvm secolo venne rifatta e abbellita dalle decora- zioni barocche che ancora sussistono.
Alla fine del 1800 fu rimessa a nuovo dal già nominato Carlo De Julis.

Forse sull'altare, forse su una parete era conservata una tavola lignea, rappresentante la Madonna e i Santi Pietro e Sebastiano. Rovinata dall' incuria, essa fu riposta nel magaz- zino della stessa chiesa, dove rimase sino al 197 6, quando fu trasferita per il necessario restauro alla Sovrintendenza ai beni artistici e culturali di Salemo. All'inizio dell'anno 2000, la tavola antica, parzialmente restaurata, è ritornata a Ravello e, in attesa di più idonea de- stinazione, è ospitata nella Sagrestia del Duomo. Anch' essa rappresenta la Madonna che allatta, circonda- ta dall' apostolo San Pietro e da San Sebastiano, scena ripre- sa nel 1868 dal pittore Gaetano Capone nella tela che oggi protegge l' altare.

|

Campania>artecard

Museo Duomo


Trip Advisor: Duomo di Ravello

 Duomo di Ravello

 

 


Don Angelo Mansi
Piazza Duomo
Ravello (SA)
cell: 3667013670
tel / fax: 089 858311
mail: donangelo@alice.it

Segreteria
segreteria@chiesaravello.com