L'Eucarestia. Il massimo dono di Dio per noi.

La storia della chiesa di Santa Maria della Pomice

Non si conosce l'anno di fondazione: è certo che il nome "Pomice" già ricorre nel 998, in un contratto di acquisto di terre.
Ritenendo fondata la collocazione storica dell'affresco, la costruzione della Chiesa si può far risalire al XIII secolo.
Sappiamo che nel 1577 l'altare, con la figura del Cristo affrescata, era circondato da grande devozione, specie nel giorno di celebrazione della sua festa, il 17 di agosto.
Nel 1612 fu annessa alla parrocchia di Santa Maria del Lacco.

Sappiamo anche che verso la metà del 1700 era già costruita l'appendice abitativa, dove ebbe dimora un eremita, che evidentemente aveva in cura la Chiesa.
Nel 1749 papa Benedetto XIV diede alla Chiesa il privilegio di concedere indulgenze.
Alla fine del 1800 un secondo altare di marmo venne aperto al culto, con dedica alla Madonna Addolorata. V' erano l' organo e la sagrestia; e la festa era stata spostata alla prima domenica dopo Pasqua.
Gli ultimi decenni lentamente portarono la Chiesa al declassamento e alI ' abbandono, tanto da consentire in essa il ricovero di pecore e capre. Ora è lì, inagibile, in attesa che ci si ricordi dell'opera e della storia che contiene.

|

Campania>artecard

Museo Duomo


Trip Advisor: Duomo di Ravello

 Duomo di Ravello

 

 


Don Angelo Mansi
Piazza Duomo
Ravello (SA)
cell: 3667013670
tel / fax: 089 858311
mail: donangelo@alice.it

Segreteria
segreteria@chiesaravello.com