L'Eucarestia. Il massimo dono di Dio per noi.

ROGADEO

ROGADEO

Troncato: 1° di azzurro al pellegrino al naturale in ginocchioni e pregante verso croce latina di oro accompagnata da tre stelle del medesimo nel canton destro dello scudo; 2° fasciato di oro e di azzurro: tutto lo scudo bordato di una fila di scacchi di argento e di rosso. Alias fasciato d'oro e di azzurro con la bordatura composta di argento e di rosso.

Di questa casa oltre del milite Francone, che fondò nel 944 il più antico monastero benedettino in Ravello e di Costantino vescovo di Ravello (1094-1150), che fece costruire a sue spese l'altare maggiore e ilmagnifico ambone de Duomo, vi fu Sergio che nel 1130 era Giudice della Repubblica amalfitana; Leone, nomminato governatore di Bitonto dove si stabili ne l1204; Giacomo figlio del precedente fu fatto maestro portulano e secreto di puglia, Terra di Bari e Terra d'Otranto; Leone anche vescovo di Ravello nel 1220. Vi furono inoltre familiari regi, possesso di feudi, come Sergio e Calvanica ( Torrequadra ) dal 1495, ereditati dall'ìestinto ramo primogeniio dei Bove nobili
anche in Bitonto e Carbonara, dai principii del 1500, per eredità con ogni diritto e ragioni nobiliari del ramo primogenio di casa Affaiati.Della chiara nobiltà di casa Rogadero si rinviene fatta pruova nell'ordine Gerosolimitao dal 1595- quarto madre del cav. Fra Prospero Fra Marino di Giovinazzo- ma tra le glorie del famoso Ordien e annoverato Giov. Donato Rogadeo, nel medesimo ricevuto nel 1752, giureconsulto celebre ed autore di opere importantissime.
Nei principi dell'or decorso secolo vi fu Vincenzo, benedettino, vescovo di Caserta e Consigliere del re Ferdinando I

|

Campania>artecard

Museo Duomo


Trip Advisor: Duomo di Ravello

 Duomo di Ravello

 

 


Don Angelo Mansi
Piazza Duomo
Ravello (SA)
cell: 3667013670
tel / fax: 089 858311
mail: donangelo@alice.it

Segreteria
segreteria@chiesaravello.com